italy flag  italiano | English flag  english | Seguici su Facebook 

Andersen Festival

Immagine esplicativa associata [related image]

E’ tempo di Andersen Festival: si accendono a Sestri Levante, tra giovedì 7 e domenica 10 giugno 2012, le luci e i suoni della XV edizione dell’Andersen Festival, promosso dal Comune di Sestri Levante e ideato e realizzato da Artificio 23 per la direzione artistica di Leonardo Pischedda, con i suoi 100 e più eventi aperti al pubblico e gratuiti.

Nel 2011 record di presenze con 70.000 partecipanti. Anche quest’anno le spiagge, le piazze e i vicoli che portano all’istmo tra i due mari, particolarità della cittadina della Riviera Ligure, si animeranno in un caleidoscopio di narrazioni, spettacoli, incontri, eventi, una maratona “non stop” di racconti, con artisti e compagnie provenienti da molti paesi e continenti. Tra gli ospiti Max Gazzé con Rita Marcotulli e Roberto Gatto, Carlo Lucarelli e Marco Bolognesi, il direttore de La Stampa Mario Calabresi, gli autori “cult” Paola Mastrocola, Roberto Piumini e Paolo Rumiz, la bellissima scrittrice indiana Tishani Doshi, qui come ambasciatrice di Medici Senza Frontiere, l’associazione Nobel per la pace 1999.

Sarà un festoso e affollato Corteo di Bambini – quasi mille! – ad inaugurare nella mattina di giovedì 7 giugno l’Andersen Festival percorrendo le vie cittadine al suono degli strumenti della Filarmonica Sestrese. Oltre al corteo ci saranno più momenti di presentazione dei laboratori realizzati dai più piccoli nel corso dell’anno in collaborazione con artisti e insegnanti.

La sezione Narrazioni, in sintonia con Sestri come “paese delle favole” avrà come cornice la Baia del Silenzio con appuntamenti all’ora del tramonto e alle 21.15. Lì verrà realizzato il suggestivo palco nel mare, quasi un simbolo del Festival. Inaugurazione venerdì 8 giugno con il reading musicale La Cotogna di Istambul, di e con il fascinoso scrittore di viaggi Paolo Rumiz (anche testimonial del Premio): una miscela di parole e note per raccontare la contrastata storia d’amore dall’omonimo romanzo-canzone. Seguiranno - sabato 9 giugno - Mario Calabresi, che racconterà le storie intessute di drammi e di combattivo ottimismo che hanno ispirato il suo libro Cosa tiene accese le stelle, e. Tishani Doshi, che presenterà Dignità, sucesso planetario scritto da 9 diversi autori. Conclusione all’insegna della “fantascienza sociale” di Protocollo di e con Marco Bolognesi e Carlo Lucarelli, dove la “graphic novel” da loro scritta e illustrata diventa racconto-spettacolo su un possibile inquietante futuro.

A dare il senso della festa, ad animare le strade e le piazze con le loro performance “fuori dal palcoscenico” saranno durante le giornate del festival le compagnie e gli artisti di teatro di strada: la musicista e attrice Jennifer Rival, che, con lo pseudonimo di Nefertiti in the kithchen, mescola note e acrobazie, clownerie con cabaret, mentre Luca Tresoldi incanterà con i numeri sulla “corda molla” (non tesa!) usando come punti di ancoraggio piante, pali della luce, colonne, panchine e persino cartelli stradali; ci saranno poi le invenzioni e i voli sul trapezio del Circo Lya, formato da due italiani giramondo che si dividono tra più continenti, e – dall’Inghilterra - il geniale cabarettista e “comedian” Mat Ricardo, a suo agio sia nei teatri che nelle piazze, vincitore di due prestigiosi premi, “Herald Angel Award” for “Excellence in Theatre” nel 2011 e il “Best Speciality Act” nel 2012 per il London Cabaret Awards.
Tra gli eventi speciali il debutto nazionale – sabato 9 giugno – del nuovo spettacolo di Max Gazzé, dove il repertorio del cantastorie e musicista verrà rivisitato in chiave jazz e affidato al tocco raffinato di Rita Marcotulli e del più importante batterista italiano, Roberto Gatto, per una serata originale che però non ci farà mancare l’ascolto della Favola di Adamo e d’Eva, la prima delle favole…

Altro evento speciale – e qui il protagonista è il pubblico – è la terza edizione della Maratona di Racconti, una 24 ore di narrazione dal pomeriggio di sabato 9 a domenica 10 giugno, quasi una “notte bianca della parola”, aperta a tutti coloro che vi si iscrivono, e che abbiano qualcosa da raccontare. Il vincitore, scelto da una giuria di specialisti, (bando e info su www.andersenfestival.it) parteciperà all’edizione 2013 del Festival.

Tra gli eventi di teatro urbano la compagnia Roulotte Tango che, insieme con le acrobate del gruppo francese In Senso, animerà con musica e danza la centrale piazza Matteotti tra pomeriggio e sera da venerdì 8 a domenica 10 giugno, mettendo in campo la bravura e la resistenza fisica degli artisti, uniti alla leggendaria capacità del “pensiero triste che si balla” di coinvolgere il pubblico.

Cosa si propone il Festival della “fine del mondo”? E’ questo il tema del 2012, in sintonia con la sensazione che l’universo a cui siamo abituati stia volgendo al termine, con un richiamo a un classico imperativo delle favole: “viaggia fino alla fine del mondo!” e alle credenze geogragiche arcaiche, che identificavano l’orizzonte marino come l’estremo limite geografico. Andersen Festival vuole come sempre essere un viaggio all’interno del nostro pianeta, dei grandi contrasti tra povertà e ricchezza: un viaggio della conoscenza e del libero pensiero, per creare sentieri di comunicazione capaci di dare corso a nuove aperture.

All’arte come strumento per lo sviluppo sociale sarà dedicata la sezione “Realtà del mondo”, inaugurata nel 2006 con il sostegno di CoopLiguria. Nel 2012 si punterà lo sguardo sull’India, madre di tutte le storie, l’Oriente che ci si palesa per l’intensità di sensazioni, esempio oggi di vitale dinamismo e di profondità senza tempo. Grazie anche alla collaborazione con Medici Senza Frontiere – che nel 2011 ha celebrato il suo 40° compleanno – ci si concentrerà su crisi umanitarie spesso ignorate attraverso la testimonianza diretta di chi ha operato in quei contesti, come ad esempio la scrittrice Tishani Doshi.

E poi, per i più piccoli, tutti i pomeriggi negli spazi del seicentesco Convento dell’Annunziata e nell’Anfiteatro Conchiglia, autori e scrittori di richiamo come Roberto Piumini con Storie all’Orizzonte e Paola Mastrocola con Che Animale sei?(sabato 9 giugno), e coinvolgenti spettacoli di teatro di figura. Come il popolare Teatrino dell’Erbamatta che presenterà due diversi titoli, tratti da fiabe di Andersen tra le meno conosciute:L’Acciarino Magico e Il Guardiano dei Porci, raccontati con finali cambiati.

Andersen Festival costituisce il parallelo spettacolare del 45° Premio H.C. Andersen per fiabe inedite, di cui sabato 9 giugno si svolgerà la cerimonia di premiazione, dove si proclameranno le favole vincitrici delle diverse sezioni, tra le oltre 1200 pervenute quest’anno. Testimonial del 2012 è Paolo Rumiz.

Il Festival è realizzato grazie al contributo di Regione Liguria, Provincia di Genova, Compagnia di San Paolo, Coop Liguria, Fondazione Carige, Carispezia– Gruppo Cariparma Crédit Agricole, Arinox, Idrotigullio, Veolia, Sap, Banca Carige, Aipa. Sponsor tecnici: Fondazione Mediaterraneo, Cemusa, Università degli Studi di Genova, Atp.

Programma completo su www.andersenfestival.it. Sul sito si può trovare anche il bando relativo alla partecipazione alla Maratona di Racconti, le cui iscrizioni sono già aperte. Info tel. 0187257213.

Quando: 
Giovedì, 7 Giugno, 2012 - Martedì, 12 Giugno, 2012
Dettagli Luogo/Posizione
Luogo: 
Sestri Levante
Dati generali
Adatto per: 
tutti
Rilevanza: 
nazionale
Evento pubblico: 
SI
Evento esaurito: 
NO
Ingresso: 
libero
Contatti
Organizzatore: 
Comune di Sestri Levante
Telefono: 
0187257213